Chiamaci: 347 4324082

Consigli per scrivere la pagina “Chi siamo” di un veterinario

Consigli per scrivere la pagina “Chi siamo” di un veterinario

Sarà capitato anche a te in libreria di consultare libri che ancora non hai letto, ma che attirano la tua attenzione: guardi la copertina, leggi la biografia dell’autore, il testo riassuntivo nella copertina posteriore, sfogli le prime pagine; in altre parole stai cercando informazioni per capire se quel libro ti può interessare. Lo stesso atteggiamento che l’utente ha quando entra su un sito tramite un motore di ricerca, e dopo aver letto il contenuto della pagina su cui è arrivato si mette a curiosare nella pagina “Chi siamo” nel tentativo di reperire maggiori informazioni su chi ha realizzato il contenuto di cui ha appena fruito.
Sottovalutare l’importanza della pagina “Chi siamo” è un’occasione persa per accorciare le distanze con il potenziale cliente e purtroppo molte volte sui siti delle strutture veterinarie o manca proprio o è una noiosissima e inutile pagina.

In questo articolo vi fornisco alcuni consigli per la realizzazione della pagina “Chi siamo” per una struttura veterinaria.

In ogni attività la passione toglie gran parte della difficoltà

Fare il veterinario non è una scelta banale, non credo che esista un veterinario “per caso”, in quanto è il risultato di un percorso ben delineato spesso intrapreso per passione e amore per gli animali.
Invece di annoiare l’utente con i metri quadrati della tua clinica veterinaria, fai emergere la tua passione; racconta la tua esperienza, le difficoltà che hai dovuto superare, i sogni e le speranze che ti hanno fatto diventare un veterinario. Se hai una storia da raccontare (la tua!)…raccontala! Alle persone piacciono le storie, ma soprattutto ti aiuta ad entrare in sintonia con l’utente.

Sono il signor Wolf: risolvo problemi

I veterinari esistono per risolvere i problemi di salute degli animali, cioè soddisfano un bisogno. Parla dei “problemi” che risolvi e soprattutto fai emergere quello che ti differenzia dalla concorrenza: se nella tua città (o zona) non c’è un veterinario che cura gli animali esotici, non perdere l’occasione di farlo notare e poi metti un link alla pagina (se c’è) dedicata all’argomento. Non tutti i veterinari fanno un servizio di pronto soccorso aperto 24 ore su 24; se è il tuo caso scrivilo, senza dilungarti troppo, perché stai scrivendo la pagina “Chi siamo”, piuttosto dai la possibilità al tuo utente di raggiungere comodamente il contenuto dove spieghi il servizio con un link.

Un’immagine vale più di mille parole

Vari studi hanno dimostrato che foto di volti umani sorridenti ispirano fiducia, perché innescano delle emozioni positive che poi l’utente riversa inconsciamente nella valutazione del sito.
Pubblica nella pagina foto di gruppo del team che lavora nella clinica veterinaria e/o una foto per ogni membro del team con sotto la propria didascalia. Segui i seguenti consigli:

  • Pubblicate foto di volti sorridenti.
  • Inserite la didascalia per ogni foto: nome, cognome e specializzazione (oncologia, dermatologia, etc.); se un veterinario ha tante specializzazioni, mettete le principali; aggiungete un link al curriculum vitae (per esempio alla pagina di LinkedIn del dottore o ad un file PDF.).
  • Lincate le specializzazioni: se sei specializzato in oncologia, sotto la tua foto apparirà la parola “Oncologia” che, se esiste, dovrà essere collegata alla pagina del sito dedicata alla specializzazione suddetta.
  • Date alle foto nomi parlanti; per es. veterinario_mario_rossi.jpg.

Un’immagine vale più di mille parole, se è una buona immagine. Non inserite foto di scarsa qualità sul sito.

Sii coerente con te stesso

La pubblicazione delle foto dei membri del team aumenta anche il livello di fiducia dell’utente che presentandosi nella struttura veterinaria ritroverà i volti visti precedentemente sul sito.
Una simile coerenza deve essere mantenuta anche con il tono usato nella pagina “Chi siamo”; domandati che tipo di approccio hai con i clienti: come ti poni? sei professionale, amichevole, distaccato, formale? Il tono della pagina deve essere coerente con le risposte che hai dato alle precedenti domande. Ti ricordo che l’utente che visita il tuo sito arriva sulla pagina “Chi siamo” per cercare maggiori informazioni; in altre parole si sta facendo un’idea della tua attività. Immaginati ora l’utente che arriva nella tua struttura veterinaria e ha un’impressione totalmente opposta a quella che si era fatta; lo disorienterebbe. Per il motivo appena esposto ti invito a raccontare la verità e ha essere il più spontaneo possibile.

La sostanza permane, la forma è effimera (ma curala lo stesso)

Lo metto come ultimo consiglio; perché il contenuto (ovvero la sostanza) è sicuramente la parte più importante, ma non dimenticatevi di curare la forma; aiutate i vostri utenti a leggervi.
Organizzate il vostro testo in paragrafi staccati fra loro; usate il grassetto (senza esagerare), titoli, sottotitoli e liste. Assicuratevi che sia facilmente leggibile anche con lo smartphone. Insomma, aumentate il più possibile la leggibilità della pagina con i vari dispositivi.

Ti è piaciuto l’articolo? Non lo hai trovato interessante? Vuoi aggiungere qualcosa? Diccelo! Lascia un commento.

Lascia un commento

Chiudi il menu
Close This Panel